Latest Posts

ALLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS DI CASTELVERDE HO CHIAMATO L’AMICO ASAR UN GIOVANE MIGRANTE OSPITE DELLA CARITAS DI CIGNONE

GRANDE ASAR E’ RIUSCITO AD AGGIUSTARE UNA BICICLETTA CHE MI AVEVA LASCIATO UNA PERSONA DI CASTELVERDE .. ASAR HA CAMBIATO UNA CAMERA D’ARIA E HA MESSO UNA PEZZA ALLA CAMERA D’ARIA DELLA RUOTA POSTERIORE, ASAR AVEVA FREQUENTATO A MAGGIO 2015 IL NOSTRO PRIMO CORSO DI CICLOMECCANICA..
.. VOGLIAMO DEDICARE QUESTO SUO INTERVENTO RIUSCITISSIMO AL NOSTRO VOLONTARIO RENATO PENNA FACENDOGLI TANTI AUGURI DI PRONTA GUARIGIONE.
. SE OGGI ASAR RIESCE A RIPARARE LE BICICLETTE LO SI DEVE AL NOSTRO MAESTRO VOLONTARIO RENATO…
TI ASPETTIAMO RENATO ..IL TUO LABORATORIO DI CICLOMECCANICA TI ASPETTA……

SIAMO ANCHE SU YOUTUBE DIGITA QUI SOTTO PER VEDERE I NOSTRI VIDEO:

DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA: CASTELVERDE, FESTA CON LE ASSOCIAZIONIultima modifica: 2016-09-03T20:52:03+00:00da xweci

DIGITA QUI.ALLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS CORSO DI CICLOMECCANICA ULTIMA LEZIONE

 

SIAMO SU FACEBOOK DIGITA QUI SOTTO PER ENTRARE:la tua immagine del profilo

DiarioInformazioniAmici4849Foto

foto di Laboratori Senza Scopo di Lucro.
Laboratori Senza Scopo di Lucro

ANTONIO NAPOLIONI VESCOVO DIOCESI DI CREMONA

I NOSTRI CORSI SONO TOTALMENTE GRATUITI
LABORATORIO SOCIALE DI AGGREGAZIONE DOVE I GIOVANI POSSONO VALORIZZARE LA LORO MANUALITA’ E NEL CONTEMPO CRESCERE E FARE CONCRETE ESPERIENZE PER AFFRONTARE IL MONDO DEL LAVORO.

I NOSTRI BLOG: http://benecomune.myblog.it/
http://cristo.myblog.it/
LINK SU FACEBOOK
ASSOCIAZIONE :https://www.facebook.com/groups/255672801282031/?ref=bookmarks
PAPA FRANCESCO: https://www.facebook.com/groups/181018122057524/?ref=bookmarks
LABORATORI SOCIALI: SENZA SCOPO DI LUCROhttps://www.facebook.com/CASCINETTA?ref=bookmarks — presso Castelverde CASCINETTA DIDATTICA ONLUS. — con Gabriele Cervi

ALLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS DI CASTELVERDE ANDREA BATTE GABRIELE 3 A 2

 

 

SIAMO ANCHE SU YOUTUBE DIGITA QUI SOTTO PER VEDERE I NOSTRI VIDEO:

DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA: CASTELVERDE, FESTA CON LE ASSOCIAZIONIultima modifica: 2016-09-03T20:52:03+00:00da xweci

DIGITA QUI.ALLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS CORSO DI CICLOMECCANICA ULTIMA LEZIONE

 

SIAMO SU FACEBOOK DIGITA QUI SOTTO PER ENTRARE:la tua immagine del profilo

DiarioInformazioniAmici4849Foto

foto di Laboratori Senza Scopo di Lucro.
Laboratori Senza Scopo di Lucro

ANTONIO NAPOLIONI VESCOVO DIOCESI DI CREMONA

I NOSTRI CORSI SONO TOTALMENTE GRATUITI
LABORATORIO SOCIALE DI AGGREGAZIONE DOVE I GIOVANI POSSONO VALORIZZARE LA LORO MANUALITA’ E NEL CONTEMPO CRESCERE E FARE CONCRETE ESPERIENZE PER AFFRONTARE IL MONDO DEL LAVORO.

I NOSTRI BLOG: http://benecomune.myblog.it/
http://cristo.myblog.it/
LINK SU FACEBOOK
ASSOCIAZIONE :https://www.facebook.com/groups/255672801282031/?ref=bookmarks
PAPA FRANCESCO: https://www.facebook.com/groups/181018122057524/?ref=bookmarks
LABORATORI SOCIALI: SENZA SCOPO DI LUCROhttps://www.facebook.com/CASCINETTA?ref=bookmarks — presso Castelverde CASCINETTA DIDATTICA ONLUS. — con Gabriele Cervi

 

 

 

 

Cyberbullismo e non solo – Lo psichiatra Tonino Cantelmi:«Per aiutare i giovani dobbiamo rieducare gli adulti»

fonte avvenire
VIVIANA DALOISO
16 settembre 2016
Didascalia immagine

Contenuto Articolo
Educare gli adolescenti? «Non vorrei più sentirne parlare». È forte la provocazione dello psichiatra Tonino Cantelmi, professore di cyber-psicologia all’Università Europea di Roma e presidente dell’associazione Psichiatri e psicologi cattolici (Aippc).
«La verità è che per cambiare gli adolescenti c’è più che mai bisogno di adulti. E gli adulti non ci sono: sbiaditi, insensati, inconsapevoli».

Professore, è un giudizio durissimo.

Lo so. E però serve, ora più che mai, il coraggio di dire le cose come stanno. I fatti di Napoli e di Rimini sono agghiaccianti, ma ci dicono cose che sappiamo bene ormai.
Quali?
Primo, che abbiamo ragazzi erotizzati precocemente. Li nutriamo di immagini e di un vocabolario sessualizzati, tra i 6 e i 7 anni sono già immersi nella dimensione della sessualità e – come ovvio – a quell’età non possono che essere vittime del più drammatico dei cortocircuiti: quello che confonde l’intimità, cioè la sfera dei sentimenti, con il sesso.
E poi?
E poi vengono anche digitalizzati precocemente. Ecco che, sempre tra i 6 e i 7 anni, a volte anche molto prima, gli mettiamo in mano le tecnologie: le usano alla perfezione, passano il tempo davanti allo schermo. E attraverso lo schermo imparano la tecnomediazione delle relazioni, in cui l’empatia e le emozioni dell’altro scompaiono. Risultato: a una dimensione distorta della sessualità si aggiunge quella distorta della percezione dell’altro, che porta all’aggressività. Prime vittime, le donne: che in questo percorso finiscono col non maturare alcuna cognizione del valore del proprio corpo.
Sono gli ingredienti delle vicende di questi giorni…
Vicende che però sono solo la punta dell’iceberg. I numeri parlano chiaro: oggi circa il 20% dei bambini – si badi bene, non degli adolescenti – ha già bisogno di un aiuto professionale in termini di salute mentale. Siamo di fronte a un’enorme sofferenza del mondo dell’infanzia e questo dipende da un mondo di adulti che hanno smesso di narrare esperienze dotate di cornici di senso ai propri figli. I genitori di alcuni dei miei pazienti ogni tanto mi chiedono perché i figli cercano tutto su Google. Perché mancano le risposte altrove, perché gli adulti sono i primi a perdersi nella costruzione del proprio profilo social.
Ripartire dagli adulti, dunque.
Per avere adulti in grado di educare i giovani con l’esempio e il significato della propria vita, non con il controllo del cellulare e dei gruppi Whatsapp. Lì non arriveremo mai, o arriveremo sempre troppo tardi.

POST SCUOLA PRIMARIA IL COMUNE DI CASTELVERDE ORGANIZZA IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO COMPRENSIVO E LABORTORIO DI COMUNITA’ INCONTRANDOCI A CASTELVERDE..

CI SIAMO ANCHE NOI DELL CI SIAMO ANCHE NOI DELLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS…A CASCINETTA DIDATTICA ONLUS…

 

0

shinystat.cgi?USER=cervigabriele

 

 

 

SIAMO ANCHE SU YOUTUBE DIGITA QUI SOTTO PER VEDERE I NOSTRI VIDEO:

DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA: CASTELVERDE, FESTA CON LE ASSOCIAZIONIultima modifica: 2016-09-03T20:52:03+00:00da xweci

DIGITA QUI.ALLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS CORSO DI CICLOMECCANICA ULTIMA LEZIONE

 

SIAMO SU FACEBOOK DIGITA QUI SOTTO PER ENTRARE:la tua immagine del profilo

DiarioInformazioniAmici4849Foto

foto di Laboratori Senza Scopo di Lucro.
Laboratori Senza Scopo di Lucro

ANTONIO NAPOLIONI VESCOVO DIOCESI DI CREMONA

I NOSTRI CORSI SONO TOTALMENTE GRATUITI
LABORATORIO SOCIALE DI AGGREGAZIONE DOVE I GIOVANI POSSONO VALORIZZARE LA LORO MANUALITA’ E NEL CONTEMPO CRESCERE E FARE CONCRETE ESPERIENZE PER AFFRONTARE IL MONDO DEL LAVORO.

I NOSTRI BLOG: http://benecomune.myblog.it/
http://cristo.myblog.it/
LINK SU FACEBOOK
ASSOCIAZIONE :https://www.facebook.com/groups/255672801282031/?ref=bookmarks
PAPA FRANCESCO: https://www.facebook.com/groups/181018122057524/?ref=bookmarks
LABORATORI SOCIALI: SENZA SCOPO DI LUCROhttps://www.facebook.com/CASCINETTA?ref=bookmarks — presso Castelverde CASCINETTA DIDATTICA ONLUS. — con Gabriele Cervi

POST SCUOLA PRIMARIA IL COMUNE DI CASTELVERDE ORGANIZZA IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO COMPRENSIVO E LABORTORIO DI COMUNITA’ INCONTRANDOCI A CASTELVERDE.. CI SIAMO ANCHE NOI DELLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS…ultima modifica: 2016-09-14T22:36:17+00:00da xweci
Reposta per primo quest’articolo

Cyberbullismo e non solo – Lo psichiatra Tonino Cantelmi:«Per aiutare i giovani dobbiamo rieducare gli adulti»

fonte avvenire
VIVIANA DALOISO
16 settembre 2016
Didascalia immagine
 

Contenuto Articolo
Educare gli adolescenti? «Non vorrei più sentirne parlare». È forte la provocazione dello psichiatra Tonino Cantelmi, professore di cyber-psicologia all’Università Europea di Roma e presidente dell’associazione Psichiatri e psicologi cattolici (Aippc).
«La verità è che per cambiare gli adolescenti c’è più che mai bisogno di adulti. E gli adulti non ci sono: sbiaditi, insensati, inconsapevoli».

Professore, è un giudizio durissimo.

Lo so. E però serve, ora più che mai, il coraggio di dire le cose come stanno. I fatti di Napoli e di Rimini sono agghiaccianti, ma ci dicono cose che sappiamo bene ormai.
Quali?
Primo, che abbiamo ragazzi erotizzati precocemente. Li nutriamo di immagini e di un vocabolario sessualizzati, tra i 6 e i 7 anni sono già immersi nella dimensione della sessualità e – come ovvio – a quell’età non possono che essere vittime del più drammatico dei cortocircuiti: quello che confonde l’intimità, cioè la sfera dei sentimenti, con il sesso.
E poi?
E poi vengono anche digitalizzati precocemente. Ecco che, sempre tra i 6 e i 7 anni, a volte anche molto prima, gli mettiamo in mano le tecnologie: le usano alla perfezione, passano il tempo davanti allo schermo. E attraverso lo schermo imparano la tecnomediazione delle relazioni, in cui l’empatia e le emozioni dell’altro scompaiono. Risultato: a una dimensione distorta della sessualità si aggiunge quella distorta della percezione dell’altro, che porta all’aggressività. Prime vittime, le donne: che in questo percorso finiscono col non maturare alcuna cognizione del valore del proprio corpo.
Sono gli ingredienti delle vicende di questi giorni…
Vicende che però sono solo la punta dell’iceberg. I numeri parlano chiaro: oggi circa il 20% dei bambini – si badi bene, non degli adolescenti – ha già bisogno di un aiuto professionale in termini di salute mentale. Siamo di fronte a un’enorme sofferenza del mondo dell’infanzia e questo dipende da un mondo di adulti che hanno smesso di narrare esperienze dotate di cornici di senso ai propri figli. I genitori di alcuni dei miei pazienti ogni tanto mi chiedono perché i figli cercano tutto su Google. Perché mancano le risposte altrove, perché gli adulti sono i primi a perdersi nella costruzione del proprio profilo social.
Ripartire dagli adulti, dunque.
Per avere adulti in grado di educare i giovani con l’esempio e il significato della propria vita, non con il controllo del cellulare e dei gruppi Whatsapp. Lì non arriveremo mai, o arriveremo sempre troppo tardi.

POST SCUOLA PRIMARIA IL COMUNE DI CASTELVERDE ORGANIZZA IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO COMPRENSIVO E LABORTORIO DI COMUNITA’ INCONTRANDOCI A CASTELVERDE..

CI SIAMO ANCHE NOI DELL CI SIAMO ANCHE NOI DELLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS…A CASCINETTA DIDATTICA ONLUS…

 

0

shinystat.cgi?USER=cervigabriele

 

 

 

SIAMO ANCHE SU YOUTUBE DIGITA QUI SOTTO PER VEDERE I NOSTRI VIDEO:

DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA: CASTELVERDE, FESTA CON LE ASSOCIAZIONIultima modifica: 2016-09-03T20:52:03+00:00da xweci

DIGITA QUI.ALLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS CORSO DI CICLOMECCANICA ULTIMA LEZIONE

 

SIAMO SU FACEBOOK DIGITA QUI SOTTO PER ENTRARE:la tua immagine del profilo

DiarioInformazioniAmici4849Foto 

foto di Laboratori Senza Scopo di Lucro.
Laboratori Senza Scopo di Lucro 

ANTONIO NAPOLIONI VESCOVO DIOCESI DI CREMONA

I NOSTRI CORSI SONO TOTALMENTE GRATUITI
LABORATORIO SOCIALE DI AGGREGAZIONE DOVE I GIOVANI POSSONO VALORIZZARE LA LORO MANUALITA’ E NEL CONTEMPO CRESCERE E FARE CONCRETE ESPERIENZE PER AFFRONTARE IL MONDO DEL LAVORO.

I NOSTRI BLOG: http://benecomune.myblog.it/
http://cristo.myblog.it/
LINK SU FACEBOOK
ASSOCIAZIONE :https://www.facebook.com/groups/255672801282031/?ref=bookmarks
PAPA FRANCESCO: https://www.facebook.com/groups/181018122057524/?ref=bookmarks
LABORATORI SOCIALI: SENZA SCOPO DI LUCROhttps://www.facebook.com/CASCINETTA?ref=bookmarks — presso Castelverde CASCINETTA DIDATTICA ONLUS. — con Gabriele Cervi

POST SCUOLA PRIMARIA IL COMUNE DI CASTELVERDE ORGANIZZA IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO COMPRENSIVO E LABORTORIO DI COMUNITA’ INCONTRANDOCI A CASTELVERDE.. CI SIAMO ANCHE NOI DELLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS…ultima modifica: 2016-09-14T22:36:17+00:00da xweci
Reposta per primo quest’articolo

Cyberbullismo e non solo – Lo psichiatra Tonino Cantelmi:«Per aiutare i giovani dobbiamo rieducare gli adulti»ultima modifica: 2016-09-16T20:24:31+00:00da xweci
Reposta per primo quest’articolo

POST SCUOLA PRIMARIA IL COMUNE DI CASTELVERDE ORGANIZZA IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO COMPRENSIVO E LABORTORIO DI COMUNITA’ INCONTRANDOCI A CASTELVERDE.. CI SIAMO ANCHE NOI DELLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS…

shinystat.cgi?USER=cervigabriele

 

 

 

SIAMO ANCHE SU YOUTUBE DIGITA QUI SOTTO PER VEDERE I NOSTRI VIDEO:

DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA: CASTELVERDE, FESTA CON LE ASSOCIAZIONIultima modifica: 2016-09-03T20:52:03+00:00da xweci

DIGITA QUI.ALLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS CORSO DI CICLOMECCANICA ULTIMA LEZIONE

 

SIAMO SU FACEBOOK DIGITA QUI SOTTO PER ENTRARE:la tua immagine del profilo

DiarioInformazioniAmici4849Foto 

foto di Laboratori Senza Scopo di Lucro.
Laboratori Senza Scopo di Lucro 

ANTONIO NAPOLIONI VESCOVO DIOCESI DI CREMONA

I NOSTRI CORSI SONO TOTALMENTE GRATUITI
LABORATORIO SOCIALE DI AGGREGAZIONE DOVE I GIOVANI POSSONO VALORIZZARE LA LORO MANUALITA’ E NEL CONTEMPO CRESCERE E FARE CONCRETE ESPERIENZE PER AFFRONTARE IL MONDO DEL LAVORO.

I NOSTRI BLOG: http://benecomune.myblog.it/
http://cristo.myblog.it/
LINK SU FACEBOOK
ASSOCIAZIONE :https://www.facebook.com/groups/255672801282031/?ref=bookmarks
PAPA FRANCESCO: https://www.facebook.com/groups/181018122057524/?ref=bookmarks
LABORATORI SOCIALI: SENZA SCOPO DI LUCROhttps://www.facebook.com/CASCINETTA?ref=bookmarks — presso Castelverde CASCINETTA DIDATTICA ONLUS. — con Gabriele Cervi

 

Quante illusioni vendute in nome della libertà. Abbiamo invece bisogno che Dio ci liberi da ogni forma di egoismo e di autosufficienza’

l_appopefrancisx1200-2

Le parole di Papa Francesco all’Udienza giubilare di questo sabato shinystat.cgi?USER=cervigabriele

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Il brano che abbiamo ascoltato ci parla della misericordia di Dio che si attua nella Redenzione, cioè nella salvezza che ci è stata donata con il sangue del suo Figlio Gesù (cfr 1 Pt 1,18-21). La parola “redenzione” è poco usata, eppure è fondamentale perché indica la più radicale liberazione che Dio poteva compiere per noi, per tutta l’umanità e per l’intera creazione. Sembra che l’uomo di oggi non ami più pensare di essere liberato e salvato da un intervento di Dio; si illude infatti della propria libertà come forza per ottenere tutto. Ma in realtà non è così. Quante illusioni vengono vendute sotto il pretesto della libertà e quante nuove schiavitù si creano ai nostri giorni in nome di una falsa libertà!

Abbiamo bisogno che Dio ci liberi da ogni forma di indifferenza, di egoismo e di autosufficienza. Le parole dell’apostolo Pietro esprimono molto bene il senso del nuovo stato di vita a cui siamo chiamati. Facendosi uno di noi, il Signore non solo assume la nostra condizione umana, ma ci innalza alla possibilità di essere figli di Dio. Con la sua morte e risurrezione Gesù Cristo, Agnello senza macchia, ha vinto la morte e il peccato per liberarci dal loro dominio. Lui è l’Agnello che è stato sacrificato per noi, perché noi potessimo ricevere una nuova vita fatta di perdono, di amore e di gioia. Tutto ciò che Lui ha assunto è stato anche redento, liberato e salvato. Certo, è vero che la vita ci mette alla prova e a volte soffriamo per questo. Tuttavia, in questi momenti siamo invitati a puntare lo sguardo su Gesù crocifisso che soffre per noi e con noi, come prova certa che Dio non ci abbandona. Non dimentichiamo mai, comunque, che nelle angustie e nelle persecuzioni, come nei dolori quotidiani siamo sempre liberati dalla mano misericordiosa di Dio che ci solleva a sé e ci conduce a una vita nuova.

 

 

L’amore di Dio è sconfinato: possiamo scoprire segni sempre nuovi che indicano la sua attenzione nei nostri confronti e soprattutto la sua volontà di raggiungerci e di precederci. Tutta la nostra vita, pur segnata dalla fragilità del peccato, è posta sotto lo sguardo di Dio che ci ama. Quante pagine della Sacra Scrittura ci parlano della presenza, della vicinanza e della tenerezza di Dio per ogni uomo, specialmente per i piccoli, i poveri e i tribolati! Più noi siamo nel bisogno, più il suo sguardo su di noi si riempie di misericordia. Egli prova una compassione pietosa nei nostri riguardi perché conosce le nostre debolezze. Perciò, cari fratelli e sorelle, apriamoci a Lui, accogliamo la sua grazia! Perché, come dice il Salmo, «con il Signore è la misericordia / e grande è con lui la redenzione» (130,7). Grazie!

DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA: CASTELVERDE, FESTA CON LE ASSOCIAZIONI

DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA: CASTELVERDE, FESTA CON LE ASSOCIAZIONI

shinystat.cgi?USER=cervigabriele

Domenica 28 Agosto festa del Patrono di Castelverde S.Archelao alla Cascinetta Didattica Onlus in Cammino con S.Francesco è nato nel pollaio della medesima un bel pulcino.. Non potevo non chiamarlo che Archelao in onore del nostro Patrono.. Mi piace pensare che S.Francesco a cui è dedicata la nostra associazione onlus e che amava gli animali, abbia voluto dare un segno proprio nel giorno dedicato a un altro Santo. Il nostro Patrono . Archelao FOTOGALLERY SELFIE

Domenica 28 Agosto festa del Patrono di Castelverde S.Archelao alla Cascinetta Didattica Onlus in Cammino con S.Francesco è nato nel pollaio della medesima un bel pulcino.. Non potevo non chiamarlo che Archelao in onore del nostro Patrono.. Mi piace pensare che S.Francesco a cui è dedicata la nostra associazione onlus e che amava gli animali, abbia voluto dare un segno proprio nel giorno dedicato a un altro Santo. Il nostro Patrono . Archelao FOTOGALLERY SELFIE

IL PULCINO ARCHELAO A ZONZO IN CASCINA CON LA SUA MAMMA

NON POTEVA MANCARE LA NOSTRA CONIGLIETTA STELLA

LA NOSTRA MADONNINA CHE PROTEGGE LA CASCINETTA DI S.FRANCESCO DAGLI IPOCRITIGNAM GRAM COME E’ BUONO

 

 

 

SIAMO ANCHE SU YOUTUBE DIGITA QUI SOTTO PER VEDERE I NOSTRI VIDEO:

Il vescovo Antonio a Castelverde per la festa patronale fonte diocesi di Cremona

shinystat.cgi?USER=cervigabriele

Il vescovo Antonio a Castelverde per la festa patronale

Nel pomeriggio di domenica 28 agosto, dopo la visita alla casa di riposo, mons. Napolioni ha presieduto la Messa solenne per sant’Archelao con la processione per il paese

Archelao

«Il cristiano non è solo quello della festa!». È il messaggio lanciato nel pomeriggio di domenica 28 agosto a Castelverde, in occasione della festa patronale di Sant’Archelao, dal vescovo Antonio Napolioni, che ha invitato a guardare a Cristo, morto e risorto, per illuminare la vita di tutti i giorni, fatta di gioie e dolori.

Un binomio che ha caratterizzato anche la visita del Vescovo nel popoloso paese a pochi chilometri da Cremona. Prima della Messa con solenne processione per le vie del paese, mons. Napolioni ha voluto, infatti, far visita all’Opera Pia Ss. Redentore incontrando gli ospiti: anziani, malati e disabili. Ad accompagnarlo il parroco don Roberto Rota e il sindaco Graziella Locci.

Poco prima delle 18 mons. Napolioni ha quindi raggiunto il sagrato della parrocchiale, adornato da una coloratissima “infiornata”. Tante decorazioni geometriche composte con petali, semi, fiori e piantine. Tra i soggetti proposti un particolare della pala dell’altare maggiore con il patrono sant’Archelao e lo stemma episcopale di mons. Napolioni. Una cornice davvero suggestiva, ammirata con stupore dal Vescovo che, subito dopo, ha presieduto in chiesa la solenne Eucaristia.

La celebrazione, animata dalla schola cantorum diretta dal maestro Giorgio Scolari, ha visto la presenza di diversi sacerdoti legati alla parrocchia. Presente mons. Giuseppe Soldi (parroco dal 1973 all’87) e gli ex vicari don Angelo Bravi (1963-1967), don Luigi Mantia (1988-1995), don Francesco Pigola (2002-2007), don Alfredo Assandri (2007-2012). Presenti anche mons. Giuseppe Perotti, don Achille Baronio e i parroci delle frazioni di Castelverde: don Adriano Veluti (Costa S. Abramo) e don Cesare Castelli (S. Martino in Beliseto e Marzalengo). A fare da cerimoniere il vicario don Enrico Ghisolfi, che ha coordinato il gruppo dei ministranti, supportati dal seminarista Francesco Tassi.

In prima fila, con il gonfalone del Comune, il primo cittadino con gli altri componenti della Giunta, carabinieri e polizia locale.

All’inizio della Messa il saluto, a nome dell’intera comunità, di Matteo Morandi che, guardando alla figura del patrono, ha illustrato al Vescovo l’impegno della Parrocchia nel servizio e nella fede, con l’impegno sempre più necessario a intensificare le collaborazioni. Proprio in questo senso, contro la «zizzania dell’indifferenza», ormai da tre anni la Parrocchia anima il paese in occasione della festa di sant’Archelao con una serie di iniziative.

Dopo la lettura del Vangelo, proclamata dal diacono castagnino Umberto Bertelle, collaboratore parrocchiale, mons. Napolioni ha proposto una riflessione a partire dall’esortazione «Non abbiate paura!». Il riferimento è andato al terremoto nel centro Italia, che ha colpito anche la terra natia del Vescovo, e i limiti umani, ma nella consapevolezza che non si può restare schiavi della paura. Come poterlo fare? Per indicare la strada mons. Napolioni ha guardato al Patrono, che non ha voluto rinnegare la propria fede, fino a subire il martirio.

Cosa non facile, soprattutto nel tempo odierno segnato continuamente da passi avanti e indietro. Mons. Napolioni ha usato l’immagine del minuetto e del gioco “Un due tre stella”. Poi un altro riferimento all’attualità: al terrorismo che semina paura e divisioni e porta a chiudere le porte.

Unica strada per il Vescovo è quella di riconoscere Gesù nella sua interezza, guardando a Cristo crocifisso e insieme alla Risurrezione. Non è questione di ideologia o filosofia cristiana, e neppure di valori: essenziale è Cristo, ha ribadito con forza il Vescovo.

Dolore e gioia diventano così inseparabili. Ha concluso il Vescovo: «Per intercessione di sant’Archelao io chiedo al Signore – per me, per i preti della nostra comunità e per tutti voi – di essere sempre più orgogliosi di essere cristiani non perché Cristo ci divide, ma perché Cristo ci unisce a tutti nella sua morte e nella sua risurrezione, al dolore di tutti perché tutti ritrovino speranza. Lo vogliamo fare? Ci conviene? Ci volete pensare ancora? Provateci! Invocate lo Spirito perché ci faccia cristiani non solo del giorno della festa, non solo anagrafici, non con la tessera, ma con la gioia di essere stati salvati e la capacità di raccontarlo a tutti».

Al momento dell’offertorio, insieme al pane e al vino, il sindaco Gabriella Locci e il vice Giuseppe Scalisi hanno portato al Vescovo due ceri, che subito dopo sono stati posti accanto all’altare dedicato al patrono.

Dopo le Comunioni si è snodata la processione per le vie del paese. Dietro alla croce i numerosi fedeli. Poi la schola cantorum, i ministranti, i sacerdoti e il Vescovo, con la reliquia del Patrono. Infine, dietro al gonfalone comunale le autorità civili e militari.

Al rientro in chiesa mons. Napolioni ha reso omaggio al Patrono e ha recitato la supplica.

La benedizione finale ha chiuso la liturgia, ma non la festa, continuata in serata in oratorio con la cena, cui ha preso parte anche il Vescovo.

Photogallery

Gli eventi della festa patronale

Ad aprire ufficialmente la festa patronale era stata, sabato 27 agosto, la “noche florida” organizzata in piazza: una rassegna delle realtà operanti in paese in un contesto di festa, musica (con un concerto dal vivo) e street food.

Nella giornata di domenica, invece, spazio – oltre alla celebrazione con il Vescovo – anche a momenti di carattere sportivo. In mattinata la “camminata di sant’Archelao”, manifestazione podistica non competitiva aperta a tutti, seguita dall’esibizione dei ginnasti della “Gymnica Cremona”.

Nel pomeriggio, inoltre, la visita guidata alla chiesa parrocchiale a cura del console del Touring Club Italiano di Cremona, la prof.ss

28/08/2016 – Festa patronale a Castelverde con il vescovo Antonio

a Mariella Morandi.

 

 

DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA: NON E’ VERO CHE I PROFUGHI NON SANNO E NON VOGLIONO LAVORARE. REPLICA DI CERVI GABRIELE AD UN LETTORE DEL QUOTIDIANO LA PROVINCIA.

DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA: NON E’ VERO CHE I PROFUGHI NON SANNO E NON VOGLIONO LAVORARE. REPLICA DI CERVI GABRIELE AD UN LETTORE DEL QUOTIDIANO LA PROVINCIA.. CARI AMICI ONLINE DOPO LA PRIMA LETTERA PUBBLICATA DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DOVE PALESAVO CHE IL DRAMMA DEGLI IMMIGRATI ITALIANI ERA ED E’ QUELLA DI NON TROVARE UN LAVORO ORA CON QUESTA SECONDA LETTERA RISPONDO AD UN LETTORE DECISAMENTE DI PARTE (IL BENE COMUNE E LE PARI OPPORTUNITA’ ESSENDO DI PARTE NON ESISTE PER TALUNI)… NON DOBBIAMO SOTTOVALUTARE QUESTO DRAMMATICO FENOMENO.. I POLITICI LATITANO E IL SISTEMA ITALIA NON PUO’ REGGERE A LUNGO SENZA REGOLE CERTE. SE LA POLITICA ITALIANA NON RIUSCIRA’ A PORRE RIMEDIO.PURTROPPO IL FENOMENO IMMIGRAZIONE DIVENTERA’ A BREVE UNA BOMBA AD OROLOGIERIA.. E’ QUESTO CHE VOGLIONO I NOSTRI POLITICI LATITANTI!!!??

 

SIAMO ANCHE SU YOUTUBE DIGITA QUI SOTTO PER VEDERE I NOSTRI VIDEO:

 

SIAMO SU FACEBOOK DIGITA QUI SOTTO PER ENTRARE:la tua immagine del profilo

DiarioInformazioniAmici4849Foto 

foto di Laboratori Senza Scopo di Lucro.
Laboratori Senza Scopo di Lucro 

ANTONIO NAPOLIONI VESCOVO DIOCESI DI CREMONA

I NOSTRI CORSI SONO TOTALMENTE GRATUITI
LABORATORIO SOCIALE DI AGGREGAZIONE DOVE I GIOVANI POSSONO VALORIZZARE LA LORO MANUALITA’ E NEL CONTEMPO CRESCERE E FARE CONCRETE ESPERIENZE PER AFFRONTARE IL MONDO DEL LAVORO.

I NOSTRI BLOG: http://benecomune.myblog.it/
http://cristo.myblog.it/
LINK SU FACEBOOK
ASSOCIAZIONE :https://www.facebook.com/groups/255672801282031/?ref=bookmarks
PAPA FRANCESCO: https://www.facebook.com/groups/181018122057524/?ref=bookmarks
LABORATORI SOCIALI: SENZA SCOPO DI LUCROhttps://www.facebook.com/CASCINETTA?ref=bookmarks — presso Castelverde CASCINETTA DIDATTICA ONLUS. — con Gabriele Cervi

DAL QUOTIDIANO LA PROVINCIA DI CREMONA: CREMONA RICORSO A STRASBURGO

DIGITA QUI:  ricorso foto

IN PDF COMUNITA’ EUROPEA PER

I DIRITTI DELL’UOMO A PRO

MIGRANTI

 

I NOSTRI CORSI SONO TOTALMENTE GRATUITI LABORATORIO SOCIALE DI AGGREGAZIONE DOVE I GIOVANI E MENO GIOVANI POSSONO VALORIZZARE LA LORO MANUALITA’ E NEL CONTEMPO CRESCERE E FARE CONCRETE ESPERIENZE PER AFFRONTARE IL MONDO DEL LAVORO. I MEI BLOG: http://benecomune.myblog.it/ http://cristo.myblog.it/ LINK SU FACEBOOK ASSOCIAZIONE :https://www.facebook.com/groups/255672801282031/?ref=bookmarks PAPA FRANCESCO:https://www.facebook.com/groups/181018122057524/?ref=bookmarks LABORATORI SOCIALI: SENZA SCOPO DI LUCROhttps://www.facebook.com/CASCINETTA?ref=bookmarks — presso Castelverde CASCINETTA DIDATTICA ONLUS.

DIGITA QUI PER VEDERE L’ARTICOLO: ALLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS DI CASTELVERDE ULTIMO GIORNO DEL CORSO DI MECCANICA GRANDE FESTA .. ALLA FINE GHIACCIOLI PER TUTTI E ANGURIA

0

shinystat.cgi?USER=cervigabriele

SUL BLOG DELLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS DI CASTELVERDE IN ANTEPRIMA LA COPERTINA DEL PERIODICO DEDICATO AL CORSO DI CICLOMECCANICA CHE HA VISTO I RAGAZZI DELL’ORATORIO DI CASTELVERDE OPEERARE CON I MIGRANTI DELLA CARITAS DI CREMONA NEL SEGNO DI UNA RITROVATA DIGNITA’.

 CARI AMICI, IN ANTEPRIMA PUBBLICO LA COPERTINA E L’ARTICOLO DI PRESENTAZIONE DEL PERIODICO DELLA CASCINETTA DIDATTICA ONLUS DI CASTELVERDE. LA COPERTINA E’ EMBLEMATICA RIPORTA UN BRACCIO DI UN UOMO DI COLORE IMMIGRATO VICINO AD UNA RUOTA DI BICICLETTA.. L’IMMAGINE PUO’ ESSERE ANALIZZATA CON TANTE SFACETTATURE.. RAFFIGURA IL BRACCIO DI UN NOSTRO IMMIGRATO CHE STA TROVANDO UNA PROPRIA IDENTITA’ E DIGNITA’.. CHE SOLO LA SCUOLA E IL LAVORO POSSONO DARE..

shinystat.cgi?USER=cervigabriele